Progetto "Dall'acqua in su"

Repubblica Italiana - Presidenza del Consiglio, dipartimento Pari Opportunità

Progetto

Dall’Acqua in su

Lo sport è un efficace strumento per il miglioramento dello stato di salute e l'inclusione sociale di bambini, ragazzi e adulti disabili.
La Polisportiva Villaggio del Fanciullo S.S.D. a R.L., attraverso il Progetto "Dall'acqua in su, attività sportive per disabili", dal 2007 sostiene e valorizza l'attività fisica quale strumento in grado di favorire il benessere e i valori educativi dello sport.
Quest’anno il progetto grazie al finanziamento ricevuto dal Dipartimento delle Pari Opportunità, attraverso l’“Avviso per la concessione di contributi per iniziative finalizzate alla promozione delle politiche a favore delle pari opportunità di genere e dei diritti delle persone e delle pari opportunità per tutti – anno 2012”, intende includere anche l’arrampicata sportiva, oltre alle già consolidate attività del nuoto, judo, giocoleria e di quelle rivolte alle scuole del territorio.
Si mettono a disposizione spazi e risorse destinate al miglioramento dello stato di salute attraverso lo sport, creando anche occasioni di socializzazione e partecipazione.

IL SERVIZIO OFFERTO PREVEDE

  • contatto conoscitivo e accoglienza
  • valutazione delle necessità individuali
  • verifica della disponibilità di spazi e istruttori
  • inserimento e presa in carico dell’utente
  • programmazione e calendarizzazione degli incontri
  • valutazioni in itinere e valutazioni finaliI

IN PISCINA - Partendo dall’ambientamento in acqua, attraverso l’insegnamento e perfezionamento della tecnica, personalizzando l’approccio alle nuotate, ma soprattutto senza dimenticare socializzazione e divertimento, possiamo individuare varie tipologie di intervento:

  • LEZIONI individuali
  • inserimento personalizzato nei CORSI TRADIZIONALI
  • inserimento nella squadra agonistica di nuoto disabili e partecipazione a manifestazioni sportive del circuito CIP

JUDO - La nobile disciplina che ci proponiamo di insegnare, sia come pratica sportiva che come metodo educativo, formativo e riabilitativo, è in grado di evocare tutte le potenzialità residue ai fini della massima realizzazione dell’autonomia fisica, psichica e sociale.

ARTI CIRCENSI - Si sviluppa attraverso elementi di clownerie, giocoleria e acrobatica. L’obiettivo principale è quello di lavorare sulla fiducia in se stessi e negli altri, esplorare i concetti di “vergogna” e “ridicolo”, creare un clima di apertura all’altro, di messa in gioco delle proprie emozioni, di consapevolezza dei propri punti di forza e delle proprie difficoltà.

ATTIVITÀ RISERVATA ALLE SCUOLE - Alternando arti circensi e attività in acqua si creano importanti occasioni per stimolare il concetto di integrazione, lavorando sulle dinamiche di gruppo, sulla collaborazione e sul contatto, in un clima di gioco e di divertimento.

ARRAMPICATA SPORTIVA - Attività fra le più versatili ed efficaci ai fini dell’inclusione sociale, particolarmente per le disabilità sensoriali come cecità e ipovisione. L’arrampicata è infatti uno sport che, oltre a rinforzare dal punto di vista fisico, accresce l’autostima e il confronto fra coetanei.

FORMAZIONE e AGGIORNAMENTO del PERSONALE - Organizzazione di attività formative rivolte sia a coloro che già operano con persone diversamente abili, sia a coloro che non sono ancora in possesso dei requisiti necessari per un efficace intervento di sostegno.

MONITORAGGIO - Presidio delle attività e dei servizi erogati attraverso incontri periodici tra i responsabili di progetto e gli operatori tecnici; raccolta di dati, informazioni e feedback da parte dei soggetti coinvolti nel progetto.

DISSEMINAZIONE DEI RISULTATI - Promozione a mezzo stampa, sito web della Polisportiva Villaggio del Fanciullo e partecipazione a eventi informativi.

Contatta la Segreteria